Roman Opalka. Il tempo della pittura. Ediz. illustrata E-libro


Roman Opalka. Il tempo della pittura. Ediz. illustrata - L. Pratesi pdf epub

PREZZO: GRATUITO

INFORMAZIONE

LINGUAGGIO: ITALIANO
STORIA: 19/07/2011
SCRITTRICE/SCRITTORE: L. Pratesi
ISBN: 9788831710251
FORMATO: PDF EPUB MOBI TXT
DIMENSIONE DEL FILE: 7,76

SPIEGAZIONE:

A partire dal 1965, nel suo studio di Varsavia, Roman Opalka decide di rappresentare lo scorrere del tempo attraverso un processo che lo vede dipingere su tele che l'artista chiama "dettagli" - tutte di uguale dimensione corrispondente alla porta del suo studio - la progressione numerica dallo zero all'infinito. Nell'evoluzione del suo lavoro, in mostra presso la Galleria Michela Rizzo di Venezia a partire dall'1 giugno, si possono distinguere fasi diverse: nelle prime tele i numeri sono dipinti in bianco su un fondo nero, dal 1968 il nero viene sostituito dal grigio, mentre dal 1972 l'artista attenua via via il contrasto tra numeri e sfondo fino quasi ad annullarlo del tutto. Il catalogo della mostra è composto da un ricco apparato iconografico e dai testi di Bruno Corà, Lorand Hegyi e Ludovico Pratesi.

...€ 14,25-5%. roman opalka. il tempo della pittura ... Roman Opalka - Marsilio Editori ... . ediz. illustrata libro compra il libro piccole storie di roma antica. ediz. illustrata di stefano bordiglioni; ... Un progetto incentrato sull'analisi del concetto del tempo nell'arte dell'artista polacco Roman Opalka (1931), che prevede un "dialogo" con un capolavoro rinascimentale della collezione permanente del museo. Nella mostra OPALKA 1965 / 1 - ∞, il noto artista Roman Opalka espone 18 autoritratti in cui figura se stesso durante il passare del tempo e un'opera su tela composta da numeri che vanno da 1 a infinito. Accompagnerà il tutto la voce dell'artista che ... Roman Opalka. Il tempo della pittura. Ediz. illustrata ... ... . Accompagnerà il tutto la voce dell'artista che scandisce, in lingua polacca, i numeri del passaggio dai 4 ai 5.000.000. A partire dal 1965, nel suo studio di Varsavia, Roman Opalka decide di rappresentare lo scorrere del tempo attraverso un processo che lo vede dipingere su tele che l'artista chiama "dettagli"- tutte di uguale dimensione corrispondente alla porta del suo studio - la progressione numerica dallo zero all'infinito. Nell'evoluzione del suo lavoro, in mostra presso